Montemerano, cosa vedere in questo borgo italiano

L’Italia è un Paese amato un po’ da tutti, c’è chi vuole conoscere le sue spiagge, le montagne, la sua storia e non solo. Oggi ci diamo ancora una volta appuntamento qui, così da vedere un luogo bellissimo che non per caso rientra a pieno titolo nei “Borghi più belli d’Italia”. Visitando queste zone è un po’ come tornare indietro nel tempo, ci sono numerosi borghi italiani che meritano appunto di essere conosciuti come quello che ci riguarda oggi ossia Montemerano.

Cosa vedere e cosa fare a Montemerano non è un mistero, siamo in un borgo medievale toscano e come tutti sanno questa regione è conosciuta per moltissimi motivi. La Toscana infatti non è solamente Pisa, Firenze, Lucca etc. Dispone anche di molte aree naturali e borghi bellissimi. Dedichiamoci allora alla destinazione di oggi, ecco cosa vedere a Montemerano.

Montemerano: quali sono le sue attrazioni?

La prima cosa da vedere sono le Mura di Montemerano. Correva il secolo XII quando furono iniziati i lavori di costruzione delle mura. Sono stati gli Aldobrandeschi a cominciare l’opera qui presente. Naturalmente sono state ristrutturate più volte nel corso della storia. Da vedere le 3 porte ovvero: porta di San Giorgio, porta Grossetana e porta Romana. L’intero borgo si trova dietro queste mura e camminando tra le sue vie è facile rimanere incantati da ciò che appare, piazze e vicoletti antichi che offrono quel tocco di pittoresco che non guasta mai in un borgo italiano.

Lo scenario di Montemerano è suggestivo, basta pensare che è posto su di una collina (l’altidudine è di quasi 290 metri) e questa viene circondata dal verde. Luogo incantevole per fare escursioni e vedere specie di animali e vegetali.

Montemerano è piuttosto antica, infatti nel 896 si hanno le sue prime notizie su carta. Chi visita questo luogo può ammirare alcune architetture religiose, come la Chiesa della Madonna del Cavalluzzo. Edificio storico risalente al secolo XV, il quale non rimane troppo lontano dal centro storico. Nacque come cappella rurale, oggi è una chiesa in ottimo stato dove sono conservati antichi affreschi.

Anche la Pieve di San Lorenzo non è affatto da escludere nel tour inquanto è la più datata costruzione religiosa di questo borgo italiano. Si hanno sue notizie già nel lontano 1188 infatti! Attualmente viene utilizzata come spazio teatrale per tutto quello che riguarda le rassegne culturali.

Concludiamo le strutture religiose con la Chiesa di San Giorgio. Questa risale al secolo XIV e verso il 1430 fu ampliata. Si tratta comunque di un vero pezzo di storia, infatti nella Maremma è stata considerata come uno dei più rinomati monumenti risalenti all’arte romanica. Conserva infatti numerose opere antichissime.

Da vedere anche la Piazza del Castello, assolutamente uno dei punti forti del borgo. Case in pietra e un aspetto tipico medievale fanno di questo punto un ottimo scenario dove scattare tante foto.