Giglio Castello, cosa vedere nel borgo dell’Isola del Giglio

Giglio Castello è il capoluogo dell’Isola del Giglio, la quale si trova in Toscana, il provincia di Grosseto. E’ posizionato proprio nella zona centrale e più alta di tutta quanta questa bellissima isola. E’ un borgo medievale, noto soprattutto per la sua imponente Rocca aldobrandesca. Fa parte del complesso castellano insieme alle torri e le mura.

La principale chiesa dell’isola si trova proprio a Giglio Castello ed è la Chiesa di San Pietro. Fu costruita all’incirca nel XV secolo. Qui si può ammirare un crocifisso eburneo davvero stupendo. Fu realizzato dal Giambologna. All’interno della chiesa poi, ci sono le reliquie di San Mamiliano, il protettore non solo dell’Isola ma di tutto quanto l’Arcipelago Toscano. Ancora da vedere c’è la Chiesa di San Giorgio.

Oltre alle strutture religiose ci sono quelle militari. Sicuramente da visitare le mura di Giglio Castello. La loro origine è medievale e dentro queste mura si trova tutto quanto il borgo, il cui accesso avviene solo attraverso la famosa Porta della Rocca.

La cinta muraria risale all’epoca medievale e fu fatta costruire dagli Aldobrandeschi proprio quando venne realizzata la rocca. Fu danneggiato in modo gravissimo questo sistema difensivo nel 1544 a causa di un attacco da parte dei pirati. Spettò ai Medici, i quali controllavano l’isola, effettuare gli interventi di restauro. Le mura di Giglio Castello sono lungo il perimetro e la loro forma irregolare sembra in totale lunga 1 chilometro. Inglobano tutta la rocca aldobrandesca nella parte nord-orientale. Conta 10 torri di avvistamento con il basamento a scarpa. Sette di queste torri hanno una base quadrangolare e sono risalenti al periodo del Medioevo. Sulle loro pareti e su alcuni punti delle mura, delle troniere e feritoie per svolgere gli attacchi di difesa qualora vi fosse un attacco nemico.

Per quanto riguarda la rocca aldobrandesca invece, conosciuta anche come la rocca pisana, si tratta di una struttura fortificata e come dicevamo è nella parte più alta e interna dell’Isola de Giglio. Non si tratta certo di una fortificazione costiera visto  che in caso di foschia non ha visibilità. Quando il tempo è buono invece, offre una magnifica vista non solo sull’arcipelago ma anche sull’intera costa maremmana. Pensate che in alcuni giorni particolarmente buoni si può vedere anche la Corsica e l’Isola d’Elba.

La struttura muraria è in pietra ed è poggiata su basamenti a scarpa, i quali danno a tutta la struttura un bell’aspetto fortificato, amplificato agli angoli dalle bastionature.

Nel fortilizio ci sono due corpi di fabbrica principali e uno di questi era la residenza del podestà e dei governatori, nel podestà si trovava la cappella gentilizia, la quale ormai purtroppo non c’è più