Cosa vedere a Pitigliano, provincia di Grosseto

Pitigliano è un borgo italiano in provincia di Grosseto (Toscana). Conta all’incirca 3800 abitanti. Caratteristico il centro storico, la piccola Gerusalemme. Si chiama così per la comunità ebraica integrata.

Avvicinandosi a Pitigliano dal mare è possibile notare le caratteristiche casette che sporgono dallo sperone di tufo.Da notare poi come la rupe di Pitigliano viene circondata su tre rati da burroni, dove non mancano numerose grotte.

A Pitigliano c’è molto da vedere. Ecco perciò i nostri consigli su quali cose meritano di essere viste in questo bel borgo!

Partiamo dalle architetture religiose. Tra le chiese cattoliche troviamo:

  • La cattedrale dei Santi Pietro e Paolo: è anche il duomo di Pitigliano. Costruita in epoca medievale è stata poi rimaneggiata nel XVI secolo e sottoposta a modifiche successive. L’interno della cattedrale è in stile barocco, con una sola navata. Qui si trovano diverse opere d’arte.
  • La chiesa di Santa Maria Assunta: per vederla dovete andare in piazza Dante, proprio fuori dalle mura. Risale al XIX secolo ed è in stile neoromanico.
  • Santuario della Madonna delle Grazie: nato nel XIV secolo, era una cappella rurale. Solo dopo fu trasformato nel santuario della Vergine, circa 200 anni dopo.
  • Chiesa di Santa Maria e San Rocco: costruita nel XII secolo su un vecchio tempio pagano. Fu restraurato nel tardo-rinascimento.

Ancora tra le architetture religione troviamo l’oratorio del Santissimo Crocifisso, la Chiesa di Sant’Antonio, la Chiesa di San Rocco, la Chiesa di San Michele, la Chiesa della Madonna del Fiore, la Chiesa e convento di San Francesco, la Chiesa di San Paolo della Croce, la Chiesa di Santa Maria in Vinca.

Ci sono poi quattro cappelle cattoliche interessanti. La cappella dei Santi Giacomo e Filippo apostoli del XVII secolo, la cappella di San Lorenzo, la cappella di Pian di Morrano e l’Oratorio rupestre.

Bellissima la sinagoga di Pitigliano, del 500. Al suo interno troviamo pareti coperte di iscrizioni e versetti biblici. Sotto il tempio ebraico è situato il locale per il bagno rituale, c’è poi la macelleria kasher, il forno delle azzime e la tintoria. Il cimitero ebraico di Pitigliano è ugualmente interessante a livello storico. Non troppo lontano da qui potete visitare il museo archeologico all’aperto Alberto Manzi.

Ci sono ancora tante cose da vedere a Pitigliano. Come il palazzo Orsini, costruito prima come rocca e dopo sede della contea degli Orsini. Nel XVI secolo, circa 4 o 5 anni dalla sua costruzione, è stato fortemente ristrutturato. Al suo interno troviamo il museo diocesano, nel quale sono conservate opere d’arte dal medioevo a oggi. Un altro luogo bello da visitare è il teatro Salvini del 1823.

Una foto della fontana delle Sette cannelle non potete farvela mancare. Costruita verso il XVI secolo. Belle anche le fontane Gemelle in piazza della repubblica, una a settentrione e una a meridione.

Per concludere, non mancano i castelli (come il castello di Morrano) e i siti archeologici come la necropoli del Gradone, la Necropoli di San Giovanni e quella di San Giuseppe.