Cosa vedere a Cusco, i nostri consigli

Cusco è una città incredibile, si trova in Perù e sono in molti a considerala la migliore da visitare nel Paese. L’antico popolo degli Inca ritenevano che la città potesse collegare cielo e inferi. Dunque un punto di collegamento tra due mondi.

Cusco è una meta turistica importante, basta pensare che era la capitale dell’Impero Inca.

Il clima secondo gli esperti è secco e temperato, le stagioni sono alquanto strane per chi non è del posto. Se ne trovano due ovvero quella secca e quella piovosa. Nel primo caso

c’è il periodo che va da aprile a ottobre, qui le giornate sono per lo più soleggiate. Mentre da novembre fino al mese di marzo il clima è differente vista l’intensa piovosità.

Cusco si trova a circa 3399 metri d’altitudine. Quindi spostarsi non è la cosa più facile come può avvenire per altre città. L’intera area e dintorni sono bellissimi, qui si rivive il fascino degli antichi popoli scoprendo le opere ancora presenti.

Ci sono circa 300 mila abitanti a Cusco, infatti il traffico si fa sentire questo non lo si può negare. Strade ripidissime, scorci, turisti che arrivano in folle…. bellissima ma caotica!

Potrebbe interessarti: cosa vedere a Bogotà

Cosa vedere a Cusco

Uno dei luoghi da vedere nella città di Cusco è la Plaza San Francisco. Più saggio raggiungerla in taxi se è la prima volta, così da non rischiare di perdersi. Un posto sempre frequentato dalle persone, qui si trova la porta per l’ngresso alla città coloniale. Anche il centro storico di Cusco è imperdibile, si presenta molto grande inoltre il suo livello di conservazione è eccellente. Infatti è dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO.

Plaza de Armas, un’altra parte di Cusco dove non si può fare a meno di vederla. Ricordiamo che qui si trovano la chiesa della Compañia e la cattedrale. Proprio dove un tempo erano presenti antiche fondamenta di costruzioni Inca si trovano entrambi gli edifici religiosi appena citati. La cattedrale qui presente, è un simbolo per gli abitanti, un monumento di grande interesse. Questa costruzione risale tra il 1560 e il 1664. L’interni sono barocchi, mentre per la facciata esterna lo stile è rinascimentale. Bisogna comunque aggiungere che la primissima cattedrale della città di cui stiamo parlando oggi fu la Chiesa del Trionfo (anno 1539).

Barrio de San Blas, il quartiere dove è possibile fare acquisti di ogni genere per quanto riguarda il settore dell’artigianato. Qui sono presenti palazzi piuttosto datati, stradine che si intrecciano e tanti venditori appiunto.Chi cerca la strada con il maggior afflusso di persone (turisti per lo più) si reca qui in Calle Hatun Rumiyuq. Ha molte attrazioni, tra le quali ricordiamo appunto il Palazzo Arzobispal.

Usciti da Cusco, sono raggiungibili in taxi e senza neppure allontanarsi troppo le

rovine di Sacsaywaman. Queste sono considerate le più rinomate e importanti da vedere vicino la città. Qui hanno avuto luogo violenti battaglie tra Manco Inca e i conquistadores.