Borgio Verezzi, cosa vedere e cosa fare

Il paese di Borgio Verezzi è un borgo italiano situato in provincia di Savona (Liguria). Questa destinazione si trova su di una collina. I suoi abitanti sfiorano le 2.200 unità, proseguendo con le informazioni ricordiamo che Borgio Verezzi appartiene all’elenco “I borghi più belli d’italia” per cui una visita la consigliamo!

Chi viaggia sa bene che seguendo un itinerario non rischia di perdere tutte le sue bellezze disponibili. Nel caso di Borgio Verezzi, c’è un po’ di cose da dire. Infatti una giornata trascorsa in questo borgo si rivela molto soddisfacente, non per caso si trovano diverse recensioni positive su quest’area in provincia di Savona.

Siamo vicinissimi al mare, il comune si compone da Borgio e Verezzi, quest’ultimo sul colle. La prima cosa da vedere è il centro storico, tuttavia essendo piccolo il paese non occorre molto tempo per scoprirlo di cima in fondo. Ed è anche un po’ il bello di queste zone, semplicità e tutto concentrato in poca distanza. Così che il visitatore in una giornata o meno riesce a vedere tutto.

Grande attrazione locale è senza dubbio il Mulino Fenicio, gli esperti affermano che è praticamente unica (per quanto riguarda il suo genere). E’ appunto un vecchio mulino che dispone di pale interne. Queste sono/erano? alimentate dal vento che attraversa/va? le feritorie della costruzione.

Un’altra cosa da fare quando si è in questo borgo è conoscere Piazza Sant’Agostino, situata proprio nella zona centrale di Verezzi. Un aspetto interessante attinente a questa piazza è sicuramente il suo festival teatrale! Proprio così, durante il periodo estivo quest’area diventa la sede del festival il quale ha luogo dal 1967. Imperdibile il panorama che dalla piazza si affaccia direttamente sul golfo della Riviera di Ponente.

Per le costruzioni religiose vogliamo ricordare la chiesa parrocchiale di San Martino Vescovo, questa è risalente al secolo XVII. Rimane fuori dall’abitato ma non di molto, viene raggiunta grazie alla presenza di un corto sentiero pedonale. Un edificio nato tra il 1627 e il 1645, possiede una sola navata ed è in stile barocco il suo interno.

Non mancano le zone dove fare passeggiate e tour alla scoperta delle bellezze locali, come aree naturali da recarsi alle grotte di Borgio Verezzi. Queste sono conosciute come “Valdemino”. Solamente nel 1933 vennero scoperte, prima di allora l’entrata non era conosciuta.

Rimanendo sempre in tema di costruzioni antiche il Santuario di Maria Regina è la nostra prossima tappa. Venne realizzata nel secolo XVII, gli abitanti la chiamano anche oratorio di Santa Maria Maddalena. Possiamo proseguire, pertanto consigliamo un’opera ultimata nel lontano 1564 (nonché ancora oggi presente) ossia la torre d’avvistamento/difesa. Assolutamente da vedere e fotografare, un’architettura militare ben conservata.

Ultimiamo con la chiesa parrocchiale di San Pietro, si trova nella piazza (San Pietro) ed molto bella da vedere sia all’esterno che all’interno. Proprio dove sorge questa costruzione in passato vi era un vecchio castello conosciuto come il “castello del Burgum Albinganeum“. Ha comunque una sola navata e una bella facciata neoclassica. Mentre dispone di sei cappelle ai lati.