Borghi più belli della Carnia

Avete deciso di visitare la Carnia e volete fare un giro per i suoi borghi più belli? In questo articolo vi diciamo quali sono. La Carnia infatti, nel Friuli Venezia Giulia, ha dei borghi, dei laghi, dei torrenti, dei boschi, delle vallate e delle Alpi davvero bellissime.

1. Borgo di Arta Terme

Il borgo di Arta Terme è un centro abitato dal 52 a.C. I romani si insediarono a breve distanza e scoprirono le acque termali di questo posto, oltre che le loro proprietà benefiche.

Il suo paesaggio è bellissimo, potete visitarlo a piedi, ma anche in bicicletta o a cavallo. Arta Terme è il posto perfetto anche per gli amanti dell’arte. Potete vedere la Pieve Matrice di San Pietro. E’ la chiesa madre di tutta la Carnia. Dentro si trova il Cristo Ligneo del 1550 e anche la conversione di San Paolo, del 1500.

Il borgo si trova sopra una sorgente di acqua solforosa. Ha uno stabilimento termale aperto tutto ‘anno, proprio ai piedi del Monte Zoncolan. Possiede anche un centro sciistico ben attrezzato.

2. Borgo di Sauris

Diviso in Sauris di Sopra e Sauris di Sotto. Conta in tutto 420 abitanti. Le case sono tipiche, costruite in legno e pietra. Qui viene prodotta eccellente birra artigianale e uno dei prosciutti crudi più famosi. Gli abitanti parlano poi una lingua molto particolare, la quale deriva dal tedesco. Tradizionale e caratteristico il suo borgo. Le maschere sono in legno tinto di vari colori. Bello il Santuario di Sant’Osvaldo, del 1300. Secondo la leggenda, nel 1348 la reliquia del Santo salvò il borgo dalla peste.

3. Borgo di Sutrio

Famoso il Borgo di Sutrio per le sue caratteristiche botteghe di artigiani che realizzano meravigliose sculture in legno. E’ famoso anche il Presepe di Teno, intagliato a mano nel legno. Le figure sono a grandezza naturale. Lo sculture ci ha lavorato per oltre trent’anni.

Questo borgo è famoso per i palazzi settecenteschi. E’ anche un albergo diffuso. Tutte le case sono aperte agli ospiti e offrono i servizi di un albergo. Tutto gestito da una sola reception. E’ una delle località più antiche. Sul colle di Ognissanti, c’è la Pieve di di Ognissanti, costruita da Schiavi nel 1806. Nei suoi d’intorni si possono fare bellissime escursioni.

4. Borgo di Tolmezzo

E’ il centro principale della Carnia. Ne viene considerato il capoluogo. Si trova ai piedi del Monte Amariana. Il borgo fu distrutto dal terremoto nel 1976. Fu tutto ricostruito con i criteri antisismici. Fu uno dei centri più antichi e importanti proprio per la sua posizione geografica. Si trova sull’antica Via Aurelia, che collega Italia e Austria. Da non perdere il Duomo di San Martino e la bellissima Chiesa di Santa Caterina. Per comprendere la storia e le usanze della Carnia invece, noi vi consigliamo di andare al Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari. Dal 1921 vengono raccolti utensili, arredi e anche ambienti tipici.