Cosa vedere a Siena

Oggi ci spostiamo a Siena, rinomatissima città Toscana dove arte e storia ne fanno da culla. In molti infatti hanno sentito parlare di Siena, ma non saprebbero comunque fare un giusto itinerario. Noi siamo qui per questo, vale a dire consigliare cosa fare e vedere a Siena.

Siena: cosa vedere

1. Museo dell’Opera del Duomo

Qui in questa struttura sono presenti e conservate diverse opere riguardanti la Diocesi di Siena e il Duomo. Proprio sulla destra dell’edificio (vale a dire del Duomo) si accede al Museo qui presente. Le attrazioni esposte sono innumerevoli, ricordiamo il Tondo di Donatello, la Madonna in trono e molte altre. Come abbiamo appena detto la raccolta di opere è piuttosto esaudiente. Appassionati e studiosi possono scoprire tante cose al suo interno.

2. Museo Civico di Siena

Un altro salto nel passato è possibile farlo grazie alla visita nel Museo Civico di Siena. Tutto il mondo conosce alcune delle sue opere, come nel caso dell’allegoria del “Cattivo e del Buon Governo“. Fu Ambrogio Lorenzetti a dipingerla. Il tema realizzato era quello civile e non religioso come avviene solitamente nel mondo dell’arte. Siamo nel lontano 1337 quando a l’artista venne commissionato il lavoro. Da vedere anche la Maestà di Simone Martini.

3. Piazza del Campo

Siena ha molti aspetti che la rendono bella e allo stesso tempo molto visitata dai turisti. Tra le sue attrazioni non possiamo dimenticare di aggiungere la Piazza del Campo, rinomata e apprezzata in tutto il mondo. Non per caso è una delle piazza più amate in Italia e non.

Già nel 1300 era considerata il centro città, come lo è ancora oggi. Fu infatti luogo di feste, un mercato e molto altro ancora. Una piazza che si presenta con forma di conchiglia, la quale ha ben nove spicchi. Ma solamente dall’alto si può notare quanto appena detto. Per questo consigliamo una visita alla Torre del Mangia. Attualmente la piazza è il centro del turismo di Siena. Qui vi sono moltissime attività commerciali, chi cerca un ristorante o un negozio di souvenir non ha che da guardarsi intorno. Da non perdere neppure i palazzi nobiliari che circondano la piazza qui presente.

4. Torre del Mangia

Salendo per la Torre del Mangia si gode di una vista incredibile sulla città di Siena, specialmente sulla Piazza del Campo. Quasi novanta metri d’altezza, un panorama incredibile. Assolutamente da non perdere per chi visita la città. Ricordiamo che il nome di questa opera, proviene dal primo custode vale a dire Giovanni di Duccio. Quest’ultimo amava mangiare e spendere tutti i suoi averi. Gli abitanti di allora lo cominciarono a chiamare “Mangiaguadagni” e in poco tempo ecco che nasce l’appellativo di Torre del Mangia.

La città dispone di tante altre cose come il Battistero di Siena, la Pinacoteca Nazionale, il Palazzo Pubblico e così ancora. Da non perdere neppure la cucina senese dove la carne fa la differenza. Basta provare le ricette a base di lepre o di cinghiale per dare conferma a queste parole.