Cosa vedere a Palermo

Palermo è una città bellissima che supera i 650 mila abitanti. Al suo interno c’è molta vita frenetica. Caotica ma di una bellezza che supera ogni aspettativa. Ci sono edifici storici, chiese antiche, musei e non solo. Oggi parliamo di 3 grandissime attrazioni, fra queste rientra ovviamente la cucina che è rinomata in tutto il mondo. Infatti l’Italia è considerata al primo posto quando si parla di mangiare e nel sud si trovano le ricette migliori!

Cosa vedere in Sicilia nella città di Palermo

Cattedrale di Palermo

Una costruzione imponente e bellissima la quale suscita interesse a chiunque vi posi lo sguardo sopra è senza dubbio questa, la Cattedrale di Palermo“. Un edificio religioso che ha una lunga storia alle spalle, basta pensare che fu ultimata nel lontano 1185. In precedenza vi era una costruzione ancora più datata, stiamo parlando di alcuni secoli prima. Ovviamente quest’opera è stata rimaneggiata e restaurata più volte nel corso della storia. Infatti l’edificio ha vari stili architettonici. È rimasto impresso lo stile gotico catalano per quanto riguarda il portico quattrocentesco. Mentre la cupola è in stile tardo barocco. Proprio in questa costruzione che ripetiamo ha un aspetto magnifico, vengono custoditi i resti della famiglia reale della Sicilia.

Fontana Pretoria a Palermo

Scoprire i monumenti storici e vedere con i propri occhi i capolavori del passato non ha prezzo! Siamo infatti disposti a spendere per entrare in un museo e seguire un tour che ci porta alla scoperta di oggetti antichi e di inestimabile valore. Ma in questo caso siamo all’aperto e l’oggetto d’interesse è la bellissima e datata Fontana Pretoria di Palermo. Basta pensare che risale al secolo XVI. L’ubicazione di questa meraviglia (assolutamente da vedere a Palermo) è nella Piazza Pretoria. Questa fontana rinascimentale per la città è un monumento a tutti gli effetti. Anche la stessa piazza dove è presente quest’ultima merita di essere vista. Vi sono statue di divinità pagane al suo interno, inoltre dispone di vasche, scalinate…. Un click con la macchina fotografica è il minino questo è sicuro. Tutti coloro che l’hanno visto sono rimasti estasiati.

Ci è sembrato importante dare alcune informazioni sui piatti di Palermo. Viaggiare è si fare nuove esperienze, ma queste non sono complete se non si prova anche le cose da mangiare, siete d’accordo? Iniziamo subito con l’ultimo paragrafo “cucina palermitana” .

Cucina palermitana

Chi ha già visitato la città di Palermo conosce bene la cucina locale. La Sicilia è uno dei posti migliori dove poter mangiare prodotti tipici italiani. Primi piatti, antipasti e naturalmente dolci, qualunque sia la scelta c’è sempre da trarne benefici. In pratica la cucina palermitana è un successo per chiunque la provi. C’è veramente da perdere la testa, la bontà che può avere un buon piatto cucinato secondo la vera tradizione della città non sembra possibile. I sapori si combinano fra loro e le combinazioni lasciano senza parole. Uno dei piatti più buoni in assoluto sono gli arancini o arancine. Niente di meno che del riso impanato con ripieno (non sempre uguale), la forma è rotonda ma l’aspetto può variare un po’. Come dolci invece ricordiamo i cannoli siciliani e quelli palermitani sono una gioia per gli occhi, il palato e la pancia. Gli ingredienti utilizzati sono freschissimi infatti. Da non perdere niente comunque, come i gelati, le granite o i formaggi per esempio.

Chiaramente chi visita Palermo non deve perdersi le sue spiagge. Il mare è perfetto e lo stesso vale per molte zone balneari da scoprire sull’isola in questione.