Andare in Iran: consigli di viaggio e cosa vedere

Oggi parliamo dell’Iran. L’antica Persia ha sempre esercitato un certo fascino su di noi. Sono tante le persone che desiderano recarsi in questa terra ricca di contraddizioni ma bellissima. Ciò che ci chiediamo chiaramente è se è sicura, quali sono i consigli e cosa vedere in Iran.

L’Iran ospita una delle civiltà più antiche. Oggi sono tante le persone che desiderano visitarla, specialmente che ama l’architettura orientale, l’archeologia e la natura. Passione che in tanti decidono di sopprimere perché ritengono l’Iran un paese pericoloso in questo periodo. In realtà con le giuste precauzioni è possibile avere come meta di viaggio questo bellissimo stato asiatico.

Potrebbe interessarti: Cosa vedere a Mosca

Cosa vedere in Iran

Il primo consiglio che vi diamo è quello di andare a Esfahan, una delle città più belle dove si trova Imam Square, nonché una delle piazze più belle del mondo. Qui si trova Kjaju Bridge, Bazaar del XVII secolo. A Yazd invece, città fatta di mattoni e fango, trovate il Museo dell’Acqua e le famosi torri del Silenzio.

Per chi ama l’architettura, sicuramente Sheikh lotfollah mosque è una moschea da visitare. E’ considerata da molti un capolavoro. C’è poi il complesso di edifici Chogha Zanbil Ziggurat, risalente al XIII secolo a.C e il palazzo del Golestan, residenza storica di Teheran (capitale dell’Iran) della dinastia reale Qaiar.

C’è poi Persepoli, città storica che non fu terminata a causa dell’invasione di Alessandro Magno. Ancora badad-e-surt, un sito naturale dove si trova acqua termale, la piazza naqsh e jahàn, con bellissime moschee e palazzi questa piazza è patrimonio mondiale dell’UNESCO. Infine, imperdibile a moschea di Kabud, conosciuta come la moschea blu. Un vero capolavoro architettonico dell’era islamica.

Un altro motivo per vedere l’Iran è sicuramente l’artigianato. In tutte le città, ma anche in tutti i villaggi, c’è una tradizione locale. Ci sono bellissimi tessuti, soprammobili o piastrelle decorative uniche. I tappeti poi sono di tutte le dimensioni e fantasie.

Consigli di viaggio per l’Iran

Le donne come potete immaginare devono rispettare la regola del velo, ma non devono indossare il burqua perché in questo stato non si indossa. Per i luoghi religiosi occorre invece indossare lo chador. Le donne non possono mostrare formosità, quindi braccia, spalle, seno e cosce devono restare coperto.

Si tratta tutto sommato di un paese sicuro, descritto dalle innumerevoli persone che lo hanno visitato come un luogo meraviglioso e un popolo estremamente ospitale e rispettoso. Certo, come in tutte le zone del mondo anche qui ci sono mal intenzionati e proprio per questo motivo è bene mantenere la guardia alta.

I periodi migliori per andare in Iran sono sicuramente le stagioni di mezzo. Primavera e autunno perciò, quando le temperature sono miti. Mentre l’inverno fa molto freddo, l’estate fa molto caldo. Nelle zone desertiche invece potete trovare un clima molto arido. L’estate in questo caso è sconsigliato. Per quanto riguarda il terrorismo il rischio c’è, come del resto in tutto il mondo.