Castellabate, cosa vedere e cosa fare

Castellabate si trova in provincia di Salerno (Campania). Fa parte del parco nazionale del Cilento, patrimonio dell’UNESCO dal 1998. Gli abitanti sono oltre 9.200. Castellabate si affaccia prevalentemente sul Mar Tirreno. È distante da Salerno 65 km e 130 da Napoli.

L’area comprende due monti, il monte Tresino e Licosa. Castellabate è ubicato su di un promontorio di quasi 280 metri. Sia la costa che il mare (dal 1972) sono considerati uno dei primi parchi marini in Italia e si trovano sotto la tutela biologica marina.

La costa non è completamente accessibile per la balneazione, proprio per mantenere intatto l’ambiente. Sia la fauna che la flora marina sono conservate anche per via delle specie in via di estinzione. Alcuni animali presenti sono il pesce pappagallo e la siriella (crostaceo). A circa 10 km da questa zona si trova l’isola di Licosa, la quale ospita una particolare specie di lucertola endemica.

Il clima è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati calde. Durante l’inverno le piogge sono frequenti.

Monumenti di Castellabate

Castellabate ha molto da offrire ai suoi visitatori, vi sono infatti architetture religiose, civili e militari da poter scoprire e fotografare! Ricordiamo il Santuario di Santa Maria a Mare, Basilica Pontificia di Santa Maria de Gulia, la Chiesa di San Marco Evangelista e la Cappella di Santa Sofia.

Passando invece altre costruzioni civili, meritano di essere scoperte il Palazzo Belmonte, il Palazzo Granito, il Palazzo De Angelis, la Torretta e il Porto Travierso. Queste sono solamente alcune delle cose disponibili da vedere. Adesso vediamo due delle attrazioni di maggior rilievo a Castellabate.

Il borgo medievale

Il borgo medievale è ubicato sul colle Sant’Angelo ed è possibile accederci da cinque punti differenti. Quello principale è il Belvedere di San Costabile. Si tratta di una terrazza che offre un’ottima vista sul golfo di Salerno, Ischia a Capri. Questo borgo si è nel tempo sviluppato dove è presente il Castello dell’abate, una costruzione che venne fondata nel lontano 1123. La sua funzione originaria era quella di difendere il popolo dagli attacchi esterni. Il castello possiede delle mura che lo circondano e ad ogni angolo sono presenti delle torri. La leggenda vuole che i sotterranei siano stati progettati per permettere la fuga per via mare. Attualmente questo luogo è utilizzato per manifestazioni e non solo. All’interno del borgo è stata utilizzata la pietra viva per la realizzazione di viuzze. L’intera area è da scoprire per via del suo alto valore storico.

Le torri costiere

Meritano di essere viste le torri costiere. In passato difendevano l’intera area da attacchi esterni. La loro funzione era quella di avvistare l’arrivo degli invasori, così che l’abitato fosse protetto. La torre normanno aragonese attualmente è la costruzione in miglior stato. Nel 1570 vi furono delle migliorie per potenziare la difesa degli scambi commerciali.

Castellabate è una zona turistica di notevole interesse, dove il mare e le spiagge accentuano la bellezza locale. È possibile organizzare un fine settimana per visitarlo con tranquillità.