Ventotene: cosa fare e cosa vedere

L’isola di Ventotene si può definire un’oasi di grande interesse. Appartiene all’arcipelago pontino, in provincia di latina. Non amate il troppo turismo? Perfetto, questa località allora è assolutamente indicata. Escursioni oppure immersioni, queste sono le principali attività che offre l’isola.

Nel caso siete appassionati di vela, questa meta è una delle migliori che possiate provare. Insomma, cercate altre informazioni su Ventotene? Bene! Allora iniziamo parlando della cucina e successivamente vi porteremo alla scoperta di questo angolo di paradiso terrestre.

  • Cucina del posto. I prodotti che potete mangiare su quest’isola sono prevalentemente frutti di mare, pesci e molluschi. A questi bisogna aggiungere un gran numero di ortaggi. Dunque bontà e cibi salutari sono all’ordine del giorno a Ventotene. Un piatto unico nonché tipico di questo luogo è la zuppa di lenticchie di Ventotene. Per quanto riguarda il pesce il menù può cambiare sempre se siete a mangiare in questa terra. Sapete il motivo? Semplicemente perché è tutto pesce fresco, di conseguenza il pescato può variare. Ottimi questi 2 piatti: Murena in scapece con aggiunta di cipolle rosa e calamari ripieni.
  • Spiagge. Cosa potrà mai spingervi su un’isola se non principalmente le sue spiagge e i fondali? Qui a Ventotene le acque sono perfette e color cristallino. Inoltre sono disponibili diverse calette e spiagge, nonostante l’isola non sia conosciuta per la sua grandezza. Un tuffo rinfrescante in acque limpide e sicure, dove il relax è all’ordine del giorno. Provate Cala Nave è vi accorgerete che quanto abbiamo scritto è realtà. Questa spiaggia è una delle migliori. Piccola e molto accogliente, dove è presente sabbia finissima. Potete prendere a noleggio dei lettini o degli ombrelloni, nonostante sia una spiaggia libera. Altre da provare sono Parata Grande e Cala Rossano.
  • Museo della Migrazione e Osservatorio Ornitologico. Un interessante museo dove sono presenti modelli di uccelli migratori che fanno parte del Mediterraneo. Questi sono riprodotti a grandezza naturale! Ovviamente racchiude anche conoscenze e curiosità su questi animali. Svolge inoltre altri servizi attinenti a tale settore, tra cui centro di osservazione delle specie di uccelli migranti. Nello specifico specie che partono dall’Africa e giungono in Europa del Nord.
  • Carcere di Santo Stefano. È presente sull’isola di Santo Stefano, nonché molto vicina a Ventotene. Risale al 1795 ed è stato attivo per duecento anni. Appunto nel 1965 non era più operativo. Questa costruzione è veramente bella da vedere. È grandissima e maestosa. Naturalmente è un posto suggestivo e magari non adatto a tutti. Il cimitero del carcere per esempio è lugubre, basta pensare a tutte le tombe senza nome presenti. L’unica cosa che possiedono sono le croci di legno.
  • L’Area Marina Protetta di Ventotene e Santo Stefano. Da alcuni anni, 1999 a oggi, Ventotene e Santo Stefano sono una zona protetta. In queste acque sono disponibili un gran numero di specie marine che potrete vedere, come i tonni e le cernie per esempio.

    Sono comuni i branchi composti da murene, mentre più difficili da avvistare (ma non impossibili) i capodogli. Anche i delfini sono una specie che nuota nelle acque qui presenti.