Cosa vedere a Frosolone, borgo del Molise!

Ci troviamo in Molise, ed oggi vediamo Frosolone, bellissimo e caratteristico borgo. Si tratta di un comune italiano che si trova nella provincia di Isernia. In questo territorio non vivono molte persone, infatti sono state stimate tempo fa poco meno di 3.200 abitanti. Lasciatevi prendere, una volta arrivati, dall’atmosfera di Frosolone.

Anticamente questo paese basava la sua economia sull’artigianato e l’allevamento di ovini e non solo. Nel primo caso erano i coltelli e le forbici gli strumenti realizzati a livello artigianale. Chiaramente parte dell’economia era rivolta anche all’agricoltura. Oggi in questo paese, cosa è possibile vedere? Scopriamolo insieme proseguendo con la lettura.

Cosa vedere a Frosolone

Frosolone conta una superficie di circa cinquanta chilometri quadrati. Questo paese si trova a 894 metri sopra il livello del mare. Potete organizzare una vacanza per gustare alimenti tipici, i quali sono provenienti dalla produzione agroalimentare di Frosolone. Inoltre la produzione artigianale che abbiamo accennato prima è ancora presente. Basta pensare che tutti gli anni ha luogo la Mostra-mercato nazionale delle forbici e dei coltelli. Si svolge nel mese di agosto ed a questo evento partecipano i più bravi artigiani del nostro Paese, quindi avete la possibilità di acquistare prodotti unici e lavorati ad’opera d’arte.

Parlando di buona tavola Frosolone è molto indicato come meta turistica. Se amate i formaggi per esempio (come il pecorino e la scamorza) siete nel posto giusto. Assolutamente da provare il famoso caciocavallo, un esplosione di sapore nella vostra bocca! Passando oltre, c’è da dire che il settore turistico è in crescita. Praticamente chiunque arriva in questa parte d’Italia trova vecchie tradizioni, sfondi naturali e lontano dall’inquinamento, oltre che prodotti alimentari di alta qualità.

Parlando invece di luoghi d’interesse ecco cosa potete trovare:

  • Chiesa Madre di Santa Maria Assunta. Questa struttura religiosa è risalente all’epoca medievale. Pensate che fu consacrata nel 1309 per la prima volta. Questa chiesa possiede un campanile turrito. La struttura ha pianta rettangolare. Pensate che ha subito due terremoti che in entrambi i casi danneggiarono la chiesa. Internamente è possibile vedere una sola navata, lo stile è barocco. Vi sono anche dei dipinti all’esterno, ossia sul portale della chiesa
  • Chiesa di San Nicola. Anche in questo caso è a navata unica con pianta rettangolare. Si tratta di una chiesa rinascimentale. È molto bella da vedere, specialmente il dipinto del santo conservato al suo interno il quale è risalente al 1660. Il portale invece (sempre antico) è in pietra. Non fatevi scappare la Chiesa di San Nicola una volta giunti in questo paese
  • Palazzo baronale. Un bellissimo palazzo che nacque come castello medievale. Verso l’inizio dell’Ottocento venne comprato da una ricca famiglia. Il Palazzo baronale possiede una struttura resistente in pietra. Si può dire che è rettangolare fatta eccezione per una parte sola che invece risulta quadrangolare. È ancora presente un loggiato cinquecentesco.

Infine vogliamo ricordarvi che se capitate a dicembre in questo paese, potete avere la possibilità di vedere la fiera “Tartufi & Molise”.