Cosa vedere a Bosa, borgo sardo!

Siete mai stati a Bosa? Si trova in Sardegna (costa occidentale centro-nord) ed è un comune veramente incantevole. Proprio nella provincia di Oristano sorge questo borgo italiano.

Chiaramente l’isola della Sardegna non ha bisogno di presentazioni. Tuttavia, oggi non parliamo dei soliti argomenti attinenti ad essa. Ci spingiamo infatti in questo borgo eccellente, il quale ha ricevuto anche delle onorificenze.

Bosa è circondata da estati calde e molto secche, ma anche da inverni miti che tendono molto all’umidità. Oggi andiamo a scoprire cosa vedere in questo borgo italiano. Il paese è ricco di storia, basta pensare che nell’epoca preistorica il territorio qui presente era già abitato.

Ci sono spiagge da visitare, dove poter fare il bagno e tragitti molto belli per condurre un po’ di trekking. Potete addirittura fare dell’escursioni in barca! Praticamente una rotta adatta a tutti. Non perdiamo altro tempo, siamo sicuri che siete piuttosto incuriositi di scoprire qualcos’altro che riguarda Bosa.

Cosa vedere a Bosa

  • Fiume Temo. Appena siete arrivati sarà impossibile per voi non notare il Fiume Temo! Se siete appassionati di escursioni in barca allora non c’è bisogno di aggiungere altro. Pensate che si tratta dell’unico fiume dell’isola che si può percorrere con la barca. Avete circa 6 km tutti da scoprire, niente male no? Nel tragitto potete vedere anche la cima del colle di Serravalle, dove è presente il Castello di Serravalle. Chiunque arrivi in questo paese (per ovvie ragioni) non si lascia scappare questa opportunità
  • Antiche concerie di Bosa. Negli anni ’60 facevano girare parte dell’economia di Bosa. Oggi sono un’attrazione da visitare in questo borgo italiano. Dal 1989 vengono dichiarate monumento nazionale. Le potete ammirare anche dal fiume, ossia mentre state facendo il vostro piccolo itinerario. Si trovano infatti in prossimità di quest’ultimo, sulla sponda sinistra
  • Castello di Serravalle. Una struttura che risale al 1112, almeno è il periodo in cui iniziò la costruzione. Naturalmente il Castello era nato per proteggere il paese dagli assalti nemici.Ancora oggi gli esperti stanno studiando a quando risalgono i numerosi impianti. Il Castello di Serravalle è noto anche come Castello dei Malaspina. Dispone di sette torri e una cinta di mura. Al suo interno vi è presente anche la Chiesa di Nostra Signora di Regnos Altos. Da non perdere assolutamente. Adesso proprio qui sotto, passiamo alla chiesa appena nominata
  • Chiesa di Nostra Signora di Regnos Altos. Il valore storico e culturale di questa chiesa è elevatissimo. Venne realizzata nel 1300, ha subito molti restauri. Degli esperti addirittura mentre continuavano con questo processo di mantenimento, trovarono opere uniche. Per la precisione affreschi risalenti al secolo XIV

Non dimenticate di degustare i vini. Siete appunto in una delle terre promesse per quanto riguarda questo genere di bevande alcoliche. Provate il Malvasia di Bosa D.O.C. Dopo saprete da soli cosa dire. Abbiamo terminato con Bosa, vogliamo solamente aggiungere che le persone del posto sono molto ospitali e pronte sempre a dare una mano. Per esempio se cercate indicazioni o cose così.