Cosa vedere a Fenis, splendido borgo di Valle d’Aosta

Parlando di viaggiare in Italia ogni sua regione merita attenzione. Scoprendo i borghi sparsi per questo Paese non possiamo fare a meno di parlare di Fénis! Località situata in Valle d’Aosta dove è presente un clima alpino. Per cui nel periodo estivo le giornate sono molto fresche, mentre d’inverno le temperature si rivelano rigide.

Non tutti hanno avuto il piacere di vedere con i propri occhi questa zona della Valle d’Aosta, quindi sorge spontaneo domandarsi cosa vedere a Fénis? Qui sotto sono riportate alcune delle attrazioni disponibili. Anticipiamo subito che il castello di Fénis si rivela l’asso nella manica di questo posto!

Cosa vedere a Fénis

Il comune di Fénis ospita oltre 1800 abitanti ed è posto a un altitudine di circa 541 metri. La natura circostante è di grande interesse e offre stupore a chiunque per come si presenta. Un’area verde piuttosto grande dove si respira aria pulita dunque e luogo di immenso fascino che è in grado di togliere le parole. Tutto questo solamente con una semplice occhiata. Scoprendo le cose da vedere a Fénis ecco cosa salta fuori.

Potrebbe interessarti: Borgo di Bard, in Valle d’Aosta

Castello di Fénis

Il castello di Fénis è stato classificato come monumento nazionale. Il suo aspetto è incredibilmente bello, trasmette infatti quel tocco di antico e fiabesco. Per un prezzo irrisorio è possibile comprare il biglietto e fare un tour all’interno di questo monumento, ricordiamo che dentro le foto non sono ammesse! Pare che (in epoca medievale) fù la famiglia Challand a dare l’ordine di costruire questa fortezza. Il castello si trova su di una zona verde. La funzione di questa costruzione sembra essere stata esclusivamente a fini residenziali. Prima di arrivare al cortile centrale è ovviamente necessario varcare l’ingresso, una grande porta posta sulla facciata del castello. Le torri che già si possono vedere in lontananza sono alte e robuste. Impossibile inoltre non rimanere incantati dall’intero complesso. Le mura difensive per esempio sono in ottime condizioni, così come il resto. Ricordiamo che esclusa la stagione invernale è in vigore l’orario continuato. Gli affreschi interni, le stanze e gli l’arredi sono bellissimi, da non perdere quindi in una vacanza da queste parti o nei dintorni.

Altre cose da vedere a Fénis

Tra le altre cose da vedere in questo comune non sfugge la costruzione religiosa in onore di San Maurizio vediamola un po’. La chiesa di San Maurizio è risalente al secolo XV. In stile valdostano, dispone di un grande portone in legno. Questa costruzione misura circa 35 metri di lunghezza. Il tetto triangolare visto dall’esterno è stato ultimato con delle lastre di pietra, queste prendono il nome di Lose. Mentre in facciata è possibile ammirare il suo rosone, molto bello inoltre il campanile della chiesa qui presente. Quest’ultimo è in pietra e dispone di ben 5 campane.

Comunque nel tour a Fénis non sono da perdere le antiche abitazioni dell’abitato e alcune delle sue caseforti (ossia residenze medievali signorili). Inoltre ricordiamo anche la casa cinquecentesca Tornalla da non escludere da questa vacanza.