Borgo di Moliterno, cosa vedere in provincia di Potenza

Moliterno è un caratteristico borgo della Basilicata, in provincia di Potenza. Il paese è costruito nel verde dell’Appennino Lucano ed è situato precisamente nella Valle dell’Agri il cui nome è preso dal fiume Agri che attraversa tutta la regione. La valle è composta da altissime montagne, valli e colline fino ad un alternarsi di distese pianure, campi e suggestivi boschi.

Il borgo è recentemente entrato a far parte della Rete Nazionale dei Borghi Autentici in quanto patrimonio da curare e sostenere. Sono molti i personaggi illustri ai quali la città ha dato i natali, da letterati a uomini politici fino ad artisti e pittori, come il famoso medico Ferdinando Petruccelli della Gattina ed il pittore Michele tedesco.

Gli edifici da visitare a Moliterno

A Moliterno è possibile visitare molti edifici storici tra chiese e castelli. L’attrazione più importante che funge anche da simbolo del paese è il Castello di Moliterno, la cui data di costruzione si stima sia avvenuta in epoca longobarda ma non ne abbiamo la certezza.

Continuando a passeggiare per il suggestivo centro storico, oltre alle abitazioni costruite in pietra e palazzi nei quali sono vissute famiglie nobili, è possibile imbattersi in alcune chiese quali la settecentesca Chiesa dell’Assunta e La Chiesa di Santa Croce di origine francescana.

Gastronomia a Moliterno

La cucina si basa ovviamente sui prodotti locali come funghi, cacciagione e formaggi, tra i quali il pregiato Canestrato di Moliterno I.G.P. Tra i primi piatti più rappresentativi troviamo i ferricelli che sono fusilli fatti a mano conditi con sugo del posto, oppure la pastorale che consiste nel cucinare carne di pecora con pomodori e patate.

Secondi piatti tipici sono il capretto alla lucana, sfumato in cottura con vino e condito con aglio, origano e peperoncino ed infine le lumache in umido, il cui sapore è esaltato dall’uso di aglio,olio, sale e pepe.

Per quanto riguarda i dolci, i cui nomi avrete sicuramente già sentito, i più peculiari sono gli struffoli, le chiacchere ma soprattutto il sanguinaccio preparato con cacao, zucchero sangue di maiale, miele, cannella, uvetta e pinoli.

Attività a Moliterno, alcuni consigli

Sono presenti eventi organizzati e festività lungo tutto l’arco dell’anno, ma se avrete la fortuna di soggiornare a Moliterno nei giorni 15 e 16 luglio, potrete assistere alla celebrazione di riti religiosi, spettacoli musicali e bellissimi fuochi d’artificio in onore della Madonna del Carmine.

Poco distante da Moliterno è possibile fare lunghe e rilassanti passeggiate nell’ Oasi Naturale del Faggeto il quale, oltre agli alberi di faggio, ospita molti tipi di alberi e specie animali del sottobosco. All’interno dell’Oasi vengono organizzate molteplici attività finalizzate alla ricerca, formazione e sensibilizzazione verso il territorio e le specie animali e vegetali presenti.

Potenza, un giro in città

Nel caso in cui il vostro soggiorno si prolunghi oltre il tempo necessario per visitare questo bellissimo borgo, potreste pensare di dare un’occhiata anche al capoluogo, Potenza, che è anche il primo comune della regione in quanto a popolazione. Anche qui è possibile ammirare bellissime chiese e cattedrali di origine storiche come la particolare Chiesa di San Rocco oltre che opere più moderne come la Piazza Mario Pegano, che appare molto bella da osservare nelle ore di buio grazie a sapienti giochi di luci.

Impostazioni privacy