Algheri, borgo toscano da sogno!

L’Italia è un Paese eccellente sotto molti aspetti. Sappiamo che la nostra cucina è apprezzata (e perché no, invidiata) in tutto il mondo. Vi sono inoltre luoghi incantevoli da visitare in tutto il territorio!

Riducendo il campo di azione e concentrandosi verso il centro Italia troviamo la Toscana, una regione dove sono presenti città e attrazioni di alto livello nonché di fama mondiale. Vogliamo appunto ricordare tra le città Pisa e la insostituibile Firenze. Tuttavia oggi, sempre rimanendo in Toscana parliamo di Anghiari un piccolo comune situato nella provincia di Arezzo.

Anghiari fa parte del circuito “I borghi più belli d’Italia”, ed è un paese a cui è stata assegnata la Bandiera arancione. Il motivo principale della sua notorietà è inerente alla battaglia del 1440, avvenuta tra i Fiorentini e i Milanesi. Lo stesso Leonardo da Vinci la dipinse in una sua opera!

Furono gli stessi Fiorentini che dopo aver vinto commissionarono a Leonardo la realizzazione di un affresco che ritraeva appunto la “Battaglia di Anghiari“.

Un turista che giunge in questo borgo rimane piacevolmente meravigliato dall’aspetto estetico nonché antico. Il paese si trova su di un promontorio, molto caratteristiche le mura di pietra a difenderlo.

L’atmosfera medievale di Anghiari è assolutamente l’aspetto peculiare che lo contraddistingue subito, rispetto a molti altri borghi italiani. È facile infatti rimanere stupiti dalle antiche costruzioni e vicoletti presenti, per non parlare del susseguirsi di salite e discese che attende ogni suo visitatore.

Possiamo dire che un tour organizzato in questo borgo è paragonabile a un tuffo nel passato!

Tra le cose da vedere ad Anghiari ricordiamo il Museo Statale di Palazzo Taglieschi. Al suo interno vi sono diverse opere d’arte. Tra queste sono di grande rilevanza quelle in ceramica e una Madonna in legno.

Assolutamente imperdibile il Palazzo della Battaglia, si tratta di un museo centrato sullo scontro storico avvenuto nel 1440. Qui si trova anche una serratura medievale soprannominata il “Catorcio di Anghiari“. Reliquia, nonché oggetto di disputa perché fu sottratta agli Anghiaresi.

I bellissimi vicoli che si intrecciano nel centro storico del borgo, sono già di per se una grande attrazione. Qui la tranquillità e il relax infatti regnano sovrani, inoltre se consideriamo l’aspetto rurale di Anghiari, la combinazione risulta semplicemente perfetta. Un posto accogliente e ottimo da trascorrere in qualunque stagione, anche se in primavera risulta impeccabile!

Chiunque visiti la zona in questione può passare del tempo ai Giardini del Vicario, oltre che alla Torre dell’orologio. Anche Piazza Garibaldi risulta di grande impatto visivo non appena ci viene posato sopra lo sguardo, graziose inoltre le bancarelle presenti.

Tuttavia le attrazioni locali sono molte e appunto non ancora giunte al termine. Basta camminare per il borgo per trovare pezzi di storia sparsi qua e là, ricordiamo il Museo della Misericordia.

Sono conservati al suo interno diversi reperti come l’antica ambulanza per esempio, oppure libri e quant’altro.