Okinawa, una meta da sogno

Una meta sempre più considerata da chi desidera andare lontano per vivere dei giorni da sogno in un luogo che, ancora oggi, appare incantato è senza dubbio Okinawa. Da sempre meta di vacanza preferita dai giapponesi, oggi quest’isola conta di un turismo sempre più internazionale. Sono in molti infatti a decidere di soggiornarvi per le più svariate ragioni. Il buon cibo, la meraviglia dei luoghi e la curiosità circa la tanto decantata longevità che si può riscontrare nella popolazione, sono infatti solo alcuni degli elementi che da sempre affascinano i turisti di tutto il mondo.

Qualche cenno su Okinawa

Okinawa è l’isola più grande facente parte di un gruppo di isole che ne portano il nome e che si trovano nell’arcipelago giapponese di Ryukyu. Il capoluogo è Naha. Patria del karate, questa splendida isola è nota per la lunga vita dei suoi abitanti che si dice derivi dall’alimentazione sana, dalle poche calorie introdotte e dallo stile di vita che conducono. Non è difficile trovare ultra novantenni ancora occupati nel proprio lavoro. E questo perché oltre a superare con facilità i cento anni (sembra che ben il 30% della popolazione sia composta da centenari), la qualità della vita sembra protrarsi fin oltre la tarda età.

La vita ad Okinawa

Okinawa è indubbiamente un’isola così bella da attirare consensi anche solo per gli scenari offerti dallo splendido mare, dalla fauna e dalla vegetazione. Ad attirare ulteriormente i curiosi ci sono anche l’ospitalità degli abitanti dell’isola e la loro allegria contagiosa. Vivere ad Okinawa rende felici, e questo è uno dei motivi principali per cui sempre più gente decide di concedersi una vacanza di totale relax.

Cosa si mangia sull’isola

Altro argomento principale è indubbiamente l’alimentazione. Ad Okinawa si mangia molto ma per via della scelta dei cibi a bassa densità calorica, il consumo calorico rimane molto basso. Questo, insieme alla qualità dei cibi scelti, porta non solo ad una vita lunga ma alla quasi totale assenza di malattie come diabete, infarto, cancro, etc… Un miraggio che è un po’ andato attutendosi con l’occidentalizzazione che, tra le altre cose, ha portato al consumo di carni rosse e di zuccheri raffinati.

Ma cosa si mangia esattamente? L’alimento principale è il pesce, consumato per lo più crudo o cotto in modo semplice ed accompagnato da tante verdure. Il riso è forse l’unico carboidrato ad alto indice glicemico, usato però per accompagnare i cibi e quindi in quantità irrisorie. A questi cibi si unisce poi la soia, molto utilizzata anche nel resto del Giappone e ricca di proteine vegetali. La frutta è consumata in quantità inferiori rispetto alle verdure e viene preferita a fine pasto, come se fosse un vero e proprio dolce.

Cosa vedere

Attorno ad Okinawa ci sono tante isole interessanti. Per visitarle è però necessario spostarsi in aereo. Volendo restare sull’isola principale, se proprio si desiderasse allontanarsi dallo splendido mare, è possibile visitare la capitale Naha che offre diversi luoghi di attrazione. Tra questi:

  • Kokusai Dori. Zona ricca di negozi e ristoranti. Perfetta per passare delle serate più frenetiche
  • Giardino Shikaen. Interessante per la flora tipica di Okinawa
  • Shuri Castle. Patrimonio dell’UNESCO è il simbolo di Naha e vanta un circondario ricco di sentieri rocciosi che danno sull’intera città
  • Tempio Naminoue. Piccolo tempio molto caratteristico ed arrampicato su una collinetta
  • Tsuboya. Distretto dove in passato si lavoravano le ceramiche e dove ancora oggi è possibile trovare degli artigiani intenti a crearne di nuove
  • Churaumi. Il maestoso acquario di Okinawa