Le coste del Salento: un paradiso made in Italy

0
Le coste del Salento

Riuscire a descrivere ciascun’aspetto di questo vero e proprio angolo di paradiso risulta davvero difficile.

Essendo composto da una miriade di città e paesi più o meno grandi, ciascuno dei quali con una lunga storia da raccontare che gli viene tramandata da molti secoli di civiltà che hanno conosciuto nel Salento la presenza di diversi popoli, tra cui Greci, Bizantini e Messapi, fino a giungere al periodo della dominazione turca durante il XV secolo, e che hanno segnato in qualche modo la cultura e lo stile di questa terra, anche dal punto di vista artistico, essendo reperibili tracce della loro presenza in numerosi monumenti, edifici, reperti ed altre testimonianze del passato.

Otranto - Il punto più a est d'Italia

Uno degli aspetti maggiormente apprezzati da quanti si recano nel Salento è sicuramente la bellezza delle sue coste. Queste si presentano in modo piuttosto vario dal punto di vista paesaggistico e con diverse morfologie, a seconda del punto.

Santa CesareaLa tratta costiera che da Otranto scende giù fino a Santa Maria di Leuca, passando per Porto Badisco, Santa Cesarea Terme, Castro, Marittima, Andrano e Tricase, si caratterizza, ad esempio, per una conformazione rocciosa  che vede un’alternanza di imponenti muraglioni di roccia a strapiombo sul mare che regalano panorami e vedute di impareggiabile bellezza, con tratti di costa in cui la roccia più bassa e lineare permette un comodo accesso al mare. In questi punti si possono ammirare le incantevoli fattezze della terra che ha visto l’approdo di Enea sulle coste del Salento: rocce che sembrano quasi scultoree, abbellite ed impreziosite da calette, caratteristiche insenature, anfratti e numerose grotte, vere e proprie opere d’arte ad opera della natura, alcune delle quali, come la Grotta Romanelli e la Zinzulusa a Castro, hanno riportato alla luce reperti archeologici risalenti addirittura al Paleolitico Superiore.

 

Risalendo invece da Otranto e proseguendo in direzione nord, passando per i vicini Laghi Alimini e Torre Dell’orso, ma anche e soprattutto sul versante ionico, Gallipoli, Porto Cesareo, Torre Lapillo, Lido Marini, Torre San Giovanni e numerose altre località, lo sguardo viene letteralmente rapito da sconfinate distese di spiagge di sabbia finissima e chiarissima, lambite da un mare chiaro e cristallino, i cui colori cambiano continuamente a seconda dei punti. Uno spettacolo davvero unico cui è difficile rinunciare.

 Salento

Almeno una volta nella vita infatti è d’obbligo recarsi nel Salento per ammirare da vicino queste e numerose altre meraviglie, per un viaggio culturale ma anche e soprattutto per una vacanza all’insegna del mare, del relax ed anche della buona cucina, conoscendo uno dei luoghi più incantevoli e suggestivi d’Italia.

Itinerario Salento: da Otranto a Santa Maria di Leuca

Itinerario Salento: da Otranto al versante ionico