La Perla della Sicilia: Erice

0
alla scoperta di erice

 

Erice è famosa anche per essere sede del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana, un’importante presenza d’iniziative culturali a livello internazionale. La cittadina conserva ancora intatto il suo centro medievale nonostante il passare del tempo, non mancano le mura ciclopiche, i torrioni e le porte normanne: porta Trapani, porta Spada e porta del Carmine.

A sud-est dell’abitato si trova il bellissimo giardino del Balio, all’interno del quale svetta il castello Pepoli, costruito in età normanna e largamente modificato nel XIX sec. per essere trasformato in villa. Nella parte opposta invece, troviamo il castello di Venere una fortezza medievale dove un tempo sorgeva il santuario di Venere Ericina.

Una cittadina caratteristica che raccoglie più di sessanta chiese, alcune di esse sono di grande pregio e sono fondamentali per la loro testimonianza storica. Una delle più importanti è la chiesa di San Giuliano, costruita dai Normanni intorno all’anno mille.

Il cuore della città è rappresentato dalla piazza Umberto I°, sulla quale si affaccia il Municipio, che ospita il Museo Cordici.

Nell’atrio del museo si trova l’Annunciazione di Antonello Gagini; all’interno collezioni di monete e opere pittoriche e reperti preistorici, punici e greci, provenienti dalla necropoli ericina. Tra questi la splendida testina di Afrodite (V sec. a.C.).

Incamminatevi lungo affascinanti stradine medievale, potrete rivivere un’epoca ormai passata, che sembra ancora essere presente in questa piccolissima cittadina. Lungo le strade non mancano bar e i negozi di souvenir, dove potrete acquistare il ricordo tipico del luogo.