Borghi lombardi: Pomponesco, Sabbioneta e Tramezzo

0

La Lombardia è una terra ricca di fascino. Bellissima e tutta da scoprire, sono numerosi i borghi che meritano di essere visti almeno una volta. Oggi parliamo di Pomponesco, Sabbioneta e Tramezzo, bellissimi borghi lombardi.

1. Pomponesco

Uno di questi è Pomponesco, in provincia di Mantova. Questo comune italiano conta poco meno di 1800 abitanti ma, grazie alla sua bellezza particolare, ogni anno attira moltissimi turisti. In fin dei conti è entrato a far parte dei borghi più belli d’Italia.

Da vedere a Pomponesco sicuramente la Garzaia, una riserva regionale naturale istituita nel 1998. 23 ettari di terreni alluvionati dove si sono sviluppati i salici bianchi. Qui si trovano nitticore e garzette. Una zona dove nidificano i gudi. Un vero paradiso per gli amanti degli animali!

2. Sabbioneta

Sabbioneta nel 2008 è stato dichiarato con Mantova Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Vi abitano circa 4000 persone. Questa cittadina è stata costruita pensando alla città ideale. Ci sono tante cose da vedere, come:

  • Il teatro Olimpico del 1590, è stato il primo edificio teatrale moderno, costruito proprio con la funzione che possiede.
  • Palazzo Ducale o Palazzo Grande, cioè la residenza ducale. Luogo destinato all’amministrazione dello Stato
  • Corridor grande, qui si trovano alcune collezioni dei marmi antichi e dei trofei di caccia
  • Il palazzo giardino
  • Il quartiere ebraico con la Sinagoga. Non è più abitato da nessuna comunità.
  • Tra le altre cose da vedere la chiesa di Sant’Antonio Abate.

3. Tremezzo

Tremezzo significa terra di mezzo. Si trova infatti al centro rispetto al Canton Grigioni e la Pianura Padana. All’interno di questo comune situato sulla costa del Lago di Como, dieci piccole frazioni. Uno dei motivi per cui vale davvero la pena visitare Tremezzo è la bellezza dei suoi paesaggi. Non solo però, è noto per essere un borgo barocco, con tantissime ville, palazzi e chiese. Bellissima Villa Carolotta, costruzione del fine Seicento, su richiesta del marchese Giorgio Clerici. L’edificio è sempre ben conservato e tutto intorno c’è un giardino all’italiana, curato in ogni dettagli. Durante il XIX secolo si è riempito di bellissime opere d’arte ed è diventato un vero museo privato.

Ci sono tante altre belle costruzioni, come per esempio Villa la Carlia, la quale purtroppo non può essere visitata perché privata. C’è Villa Amila, costruita nel 1931. La chiesa più nota è la Chiesa Parrocchiale di San Lorenzo, la sua costruzione iniziò nel 1776 ma fu ultimata solo nel 1894. L’edificio ha uno stile eclettico, tra il neoromanico e il neogotico.

Se invece siete appassionati di trekking, bellissima la passeggiata sulla Greenway del Lago di Como. Questo percorso naturalistico è lungo 10 km e attraversa vari comuni. Trovate lungo l’itinerario i cartelli che vi indicano la strada. Lungo il percorso vedete i borghi storici e le varie ville nobiliari. Questa cittadella può essere raggiunta senza troppi problemi dalle varie città della Lombardia, ma anche dalla Svizzera.