Parco dei Mostri, gita a Viterbo!

0

Siete alla ricerca di una vacanza fuori dall’ordinario che possa suscitare un grande interesse in voi? Allora come risposta vi forniamo delle informazioni sul Sacro Bosco di Bomarzo, conosciuto come “Il Parco dei Mostri“. Questa è una meta turistica originale e rigorosamente made in Italy.

Il Parco dei Mostri è ubicato nella provincia di Viterbo ed è una zona dove il relax e lo stupore vanno a braccetto insieme. Sono disponibili al suo interno divinità, mostri e animali mitologici. Tutte sculture bellissime che risalgono al secolo XVI. In questo parco naturale c’è sempre qualcosa da vedere e che possa catturare l’interesse dei visitatori. Lo scenario che accoglie tutto questo è una grande foresta che raggiunge approssimativamente i tre ettari di superficie. Composta da latifoglie e conifere è uno spettacolo per gli occhi. Inoltre le sculture in basalto, elevano moltissimo l’interesse del posto a tal punto da renderlo una meta di grande importanza.

Ricordiamo che ancora oggi non è certo il motivo della realizzazione di questo parco. È interessante notare che al suo interno vi sono anche degli edifici come il Tempio per esempio. Ricco di attrazioni sembra avere un qualcosa di mistico. Rimane tuttavia un luogo suggestivo, questo è certo.

Pensate addirittura che molte opere del parco possiedono delle iscrizioni antiche ed enigmatiche. Insomma, il Sacro Bosco di Bomarzo è da scoprire di cima in fondo.

Le attrazioni del Sacro Bosco di Bomarzo

Giunti a destinazione vi accoglieranno le Sfingi, sono due sculture che ritraggono il modello di Sfinge con il corpo di leone e la testa di donna. Entrambe sono le guardiane del parco qui presente.

Naturalmente sono la prima cosa in cui potete imbattervi. Le sorprese comunque sono solamente all’inizio infatti. Una volta entrati dovete ammirate tutto quello che è presente all’interno del parco.

Suggeriamo la scultura di Proteo (oppure Glauco), la quale ritrae una grande testa di una figura che ha tratti ricorda un uomo. Dispone di denti grandi sulla parte superiore della bocca e di un espressione decisamente poco amichevole. Questo è uno dei mostri presenti e molto interessanti da vedere nel bosco di Bomarzo. Una leggenda vuole che questa sia anche la testa di Glauco. Un Dio del mare che in precedenza era un pescatore.

C’è veramente l’imbarazzo delle scelta una volta che siete qui per scoprire le sculture “locali”. La Fontana di Pegaso per esempio, oppure il Drago sono due interessanti sculture da vedere. Ovviamente in un “Parco dei Mostri” non può non esserci la scultura di Cerbero. Non dimenticate di vedere L’elefante e L’Orco. Quest’ultimo non molto rassicurante da vedere. Offre la possibilità di mangiare al suo interno. Ovvero i visitatori hanno ha disposizione una panca e un tavolo per mangiare. Ma dove si trovano? Dentro la bocca del mostro ovviamente! Concludiamo il tour ricordandovi le seguenti attrazioni:

  • Nettuno
  • Ercole e Caco
  • Venere
  • La Casa Pendente
  • Il Mausoleo
  • La Rotonda

Queste opere e non solo vi aspettano al Sacro Bosco di Bomarzo o Il Parco dei Mostri. Regalatevi un’esperienza mistica e che possa regalarvi grandi emozioni a voi e ai vostri figli.