Bobbio, borgo dell’Emilia Romagna, cosa vedere!

0

Bobbio è una località affascinante, nonché ottima location per le vacanze estive-primaverili etc. Pensate che l’intero territorio già ai tempi del neolitico era abitato. Oggi è presente un borgo molto pittoresco e che mantiene parte della sua storia. Il centro storico per esempio è ottimo da vedere!

Bobbio è un comune della provincia di Piacenza (Emilia-Romagna) e ospita oltre 3.560 abitanti.

É un paese di origine romana assolutamente da non perdere, quando siete in questa regione.

Una delle sue attrazioni (e allo stesso tempo simbolo del paese) è il “Ponte Gobbo”, conosciuto anche come Ponte del Diavolo. Se siete amanti della cultura Bobbio è un posto da scrivere nel vostro itinerario. Anche per gli spazi verdi è una rotta molto interessante. Lo stesso vale per la storia, ma di questo approfondiremo dopo.

Dal punto di vista climatico Bobbio in estate si mantiene piuttosto fresco, mentre nel periodo freddo la zona è soggetta a nebbie e venti. Aspettatevi una buona cucina in questo borgo, infatti vi sono piatti tipici che si rivelano delle vere scoperte di abbinamenti culinari. Ricordiamo lo stracotto alla bobbiese, ossia un piatto a base di carne di manzo, verdure, pomodoro e spezie. Oppure (comuni il 24 dicembre) le lumache bobbiesi. Proseguiamo adesso dandovi informazioni su Bobbio.

Cosa vedere a Bobbio

Bobbio è storia e cultura. Inoltre è una metà adatta al benessere mentale e fisico. Gli spazi aperti infatti sono un vero toccasana per staccare la spina dalla routine quotidiana. Potete praticare nordic walking, trekking e non solo, visitando così percorsi naturali notevolmente affascinanti. Ecco cosa vedere a Bobbio durante una vacanza.

Ponte del Diavolo

Il ponte Gobbo, o Ponte del Diavolo, si tratta di un antico ponte, il quale misura 273 metri. Questo attraversa il fiume Trebbia. Non è certo a quando risalga con esattezza, le informazioni riportano solamente che sia di età romana. Tuttavia vennero scoperte alcune tracce di una costruzione precedente, forse un ponte d’epoca alto medioevale. Il ponte dispone di 11 arcate irregolari. Ricordiamo che in passato era una meta per le processioni religiose e i pellegrini. Inoltre è stato ripristinato più volte per colpa dei danni causati dal fiume. Già nel 1452 vi furono ingenti danni.

Monumenti e strutture religiose

Il centro storico di Bobbio è un museo a cielo aperto. Infatti l’aspetto di borgo medievale ancora oggi perfettamente visibile ne è la prova. L’antico monastero che prende il nome di Abbazia di San Colombano è una delle migliori costruzioni da vedere a Bobbio. La sua fondazione risale al 614.

Molte bella anche la Chiesa della Madonna delle Grazie del secolo IX.

Il Castello Malaspina e uno degli edifici civili da ricordare assolutamente. Il periodo della sua edificazione incomincia dal 1304. Lo scopo era quello di ottenere una roccaforte della politica ghibellina. Tutto questo per mano di Corradino Malaspina. Nel corso del tempo vi sono stati non pochi cambiamenti sia per le funzioni della struttura che per quanto riguardava i legittimi proprietari. Attualmente è di proprietà dello Stato. Naturalmente l’eleganza e la bellezza di questa dimora sono ancora ben visibili. Prima di giungere al termine ci teniamo a precisare che in questo borgo sono presenti altri luoghi d’interesse come il Mulino del Vescovado, il Convento delle suore Gianelline, Piazza San Francesco, Palazzo della Farmacia….